Skip to content
Castello di San Nicola de Thoro-Plano PDF Stampa E-mail

Castello di San Nicola de Thoro-Plano: il castello includeva una superficie di ca. 7500 m².

"... Ed un vasto castello da rifugio, pegli estremi casi di espugnazione del baluardo, venne costruito sulla prominenza della Posula, fralle contrade Accola e Carpineto, dirimpetto in distanza diritta un terzo miglio ai descritti fortilizii S. Angelo e S. Sebastiano; formato da un circuito di mura, che distendeasi, come vedesi tuttora, per 270 passi geometrici, o pressoché 550 metri lineari, in una figura indefinibile, or più or. Meno a pendìo, con nove torri semicircolari, a varie distanze, munito similmente di merli, feritoie, spladi e contrafforti; pieno di caserme, e di casolari ancora, capaci di alloggiar una forte guarnigione non meno, chè molte centinaia di cittadini; opportunamente provveduto di magazzini e cisterne, oltre una polla nella china di ovest; e fornito pure di una chiesa trinavata, con adiacente campanile, nella pendice meridionale, sotto il titolo di S. Nicola de Toro-plano, da cui prendeva nome il castello medesimo. Tali fortificazioni stettero salde a varie aggressioni, persino alla seconda dei Pisani, avvenuta nel 1137, quando due anni dopo la prima, avendo Amalfi capitolato, e gli altri castelli della Costiera resistito; vennero questi ad estremi sforzi espugnati e distrutti. Quei di Majori furono ristrutturati, e consta tuttora il ristauro:degli altri rimane poco più che una rimembranza. Del Castello de Toro-plano sussistono le mura, e le torri, bastantemente rispiarmiate dalla edacità del tempo. Fino a 40 anni addietro restava pure buona parte dei casolari e caserme: or' appena qualche avanzo. A quel tempo esistevano benanche le mura della chiesa col campanile benché soppressa fin dal 1593, allorché furono incamerate le rendit alla massa capitolare della insigne collegiata, di cui terremo discorso a suo luogo. Piucchè il tempo, la improbità e la indolenza, non fanno essre in migliore stato questo monumento, che fino a po' fa gli straniri visitavano, d i paesani, nelle feste di Pasqua e di Pentcoste, ogni anno esilaravano; ed ora pur questo dalle politiche vicende interdetto, messo l'intorno a coltura del capitolo della collegiata predetta da cui si possiede ..."

Filippo Cerasuoli 1865

In this manner phone spyware and carries out monitoring of their relatives phone spy software work all the date. Without a break or rest. In thing, it is superlative.


Articoli più recenti:

 

Una foto dall'album

Biblioteca Comunale

icon ELENCO VOLUMI

iconDona un libro

I volumi sono consultabili anche sul sito OPAC

_____________________________________________

 

Orari di apertura anno 2017

Ultime news